News dal territorio

“Costruiamo un futuro fondato sul lavoro” è il tema del XVII Congresso...
“Con una diminuzione del -4,9% nel 2017 la Puglia è in controtendenza rispetto...
Basta con i continui ritardi del pagamento delle retribuzioni, che arrivano...
Buone notizie dalla Fassa Bortolo di Modugno: nel 2017 non c’è stato alcun tipo...
Ha fatto il pieno la Feneal Uil nelle elezioni per le RSU 2017 nella DCS Srl...
Feneal-UIL - Bari
P.zza G. Garibaldi, 27
Bari, BA, 70122
Tel 080/5233822
Fax 080/5244976
bari@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Salvatore Bevilacqua
20/04/2018
Buone notizie dalla Fassa Bortolo di Modugno: nel 2017 non c’è stato alcun tipo di infortunio. Il direttore dello stabilimento, Alberto Bertinetto, lo ha reso noto in una lettera inoltrata alle RLS. “Dopo la riunione periodica annuale effettuata in...
Feneal-UIL - Brindisi
Corso Umberto I, 95
Brindisi, BR, 72100
Tel 0831/563371
Tel 0831/523572 - 3
Fax 0831/563371
Fax 0831/564252 brindisi@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Giovanni Librando


27/02/2018
Basta con i continui ritardi del pagamento delle retribuzioni, che arrivano oltre 15 giorni sulla data prevista. E’ quanto denunciano in una nota la Uil di Brindisi e la Feneal Uil Territoriale di Brindisi, che hanno proclamato lo stato di...
Feneal-UIL - Foggia
Via della Repubblica, 54
Foggia, FG, 71100
Tel 0881/776976
Fax 0881/776976
foggia@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Alessandro Scarpiello


18/04/2018
“Con una diminuzione del -4,9% nel 2017 la Puglia è in controtendenza rispetto alla media del Sud, che vede un incremento del +7,21 %”. Lo afferma Juri Galasso, segretario generale FenealUil Foggia commentando i dati “Open data Inail”. “Tuttavia non...
Feneal-UIL - Taranto
Via Dario Lupo, 48
Taranto, TA, 74100
Tel 099/7305168
Fax 099/7323662
taranto@fenealuil.it

17/11/2017
Ha fatto il pieno la Feneal Uil nelle elezioni per le RSU 2017 nella DCS Srl della zona industriale di Mottola, tenutesi lo scorso 10 novembre. Sono infatti stati eletti Donato Catucci (36 voti), Michele Rella (11) e Palmino Battista (2) che hanno...
Feneal-UIL - Lecce
Via Ugo Foscolo, 4
Lecce, LE, 73100
Tel 0832/394860
Fax 0832/394860
lecce@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Paola Esposito
01/03/2018
“Costruiamo un futuro fondato sul lavoro” è il tema del XVII Congresso territoriale della Feneal Uil di Lecce, che si terrà sabato 3 marzo al Best Western Plus Leone di Messapia Hotel, ubicato sulla provinciale Lecce-Cavallino. L’apertura dei lavori...

News regionali

23/05/2018
Conferma delle due procedure di mobilità per il licenziamento di 62 lavoratori, e rifiuto della proposta di Feneal Filca Fillea di ritirare il provvedimento e consentire una gestione non traumatica degli esuberi. E’ quanto merso dall’incontro tenuto in Federmaco tra sindacati e direzione aziendale di Italcementi. L’incontro terminato con la firma del verbale di mancato accordo che conclude la fase della procedura in sede sindacale, per poi proseguire in sede ministeriale, dove l’azienda vorrebbe tentare di ridurre gli esuberi a 26 unità. Promesse che ai sindacati non sono bastate “perché allora non ritirare le procedure e dare un segnale concreto di disponibilità?” domandano le segreterie nazionali e territoriali dei sindacati, che al termine dell’incontro con l’azienda si sono riunite con il coordinamento delle RSU ITALCEMENTI, CEMENTIR e SACCI. Dalla discussione tra sindacati e rappresentanze dei lavoratori è scaturito un documento, contenente le richieste dei lavoratori ai vertici di Italcementi, e la proposta di avviare assemblee in tutti gli stabilimenti entro il 10 giugno. La prima richiesta è il ritiro immediato dei licenziamenti previsti dalle procedure attivate dall’azienda “per permettere una verifica di eventuali coperture di ammortizzatori sociali presso il Ministero del Lavoro e la sottoscrizione di un accordo per l’estensione delle condizioni previste dall’adesione al piano fabbriche a tutto il perimetro del gruppo, con un particolare impegno sulla gestione trasparente e condivisa sulle opportunità di ricollocazioni interne”. La seconda richiesta è di...
22/05/2018
“Pensare di rassicurare i 3.000 dipendenti di Condotte chiedendo al Tribunale la proroga di 60 giorni per la presentazione del piano per il concordato preventivo e annunciando la Cassa integrazione è francamente assurdo e inaccettabile. I vertici dell’azienda dimostrano solamente di non essere più in grado di gestire la situazione, ne prendano atto”. A dichiararlo sono le segreterie nazionali di FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, al termine del Tavolo di crisi al Mise, convocato per affrontare la difficilissima situazione finanziaria del gruppo di costruzioni, il terzo in Italia. “Condotte ha annunciato la volontà di costituire una bad company per la gestione delle commesse ultimate, ed una newco per le commesse già operative e da avviare. Per noi ogni è indispensabile la presentazione del piano industriale, nel quale l’azienda dovrà finalmente indicare con chiarezza il futuro suo e dei suoi dipendenti. Fino a quel momento ogni decisione e ogni annuncio rischiano di creare ulteriore confusione e di allarmare ancor di più le 3.000 famiglie coinvolte, e riteniamo indispensabile un confronto con i potenziali investitori, vale a dire il fondo Oxy e le banche”, concludono i tre sindacati. Oggi i lavoratori di Condotte hanno incrociato le braccia per 8 ore per lo sciopero proclamato dai sindacati, mentre al Mise, in concomitanza con l’incontro, è andato in scena un presidio di circa 200 lavoratori giunti da tutta Italia. Il Tavolo si riunirà nuovamente il prossimo 18 giugno.
17/05/2018
Anche le segreterie dei sindacati edili Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno prontamente aderito allo sciopero proclamato questa mattina dalle segreterie territoriali Fim, Fiom e Uilm dopo l’incidente mortale verificatosi all’interno dello stabilimento Ilva di Taranto. La vittima è un operaio della ditta di carpenterie metalliche Ferplast dell'appalto Ilva: Angelo Fuggiano, di 28 anni. Il giovane è morto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal Siderurgico. Da una prima ricostruzione, durante il cambio funi per la macchina scaricatrice DM 6, un cavo sarebbe saltato durante la fase di ancoraggio della parte finale travolgendo il lavoratore. Lo sciopero è scattato a mezzogiorno di oggi, 17 maggio, e andrà avanti fino a tutto il primo turno di venerdì 18 maggio. In una nota, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil denunciano “le precarie condizioni in cui operano i lavoratori delle aziende dell’appalto e dell’indotto Ilva, che alle continue tensioni di precarietà, mancanza di stipendi, incertezza sul futuro, aggiungono anche minori condizioni di sicurezza”. Per i sindacati edili “non è più rinviabile una seria discussione sull’intero sistema degli appalti che vengono ancor più aggravati dallo stato della trattativa Ilva, in cui uno dei punti delle nostre rivendicazioni è l’avvio di un vero e proprio codice degli appalti”. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno inoltre chiesto un incontro urgente al Prefetto di Taranto “per rappresentare la grave e non più sostenibile situazione”.
11/05/2018
“Valutiamo positivamente l’esito della Cabina di regia di oggi, con l’avvio di una serie di confronti tecnici tra azienda e rappresentanze dei lavoratori, per definire un nuovo piano industriale che abbia come obiettivo esuberi-zero” è quanto affermano le segreterie nazionali degli edili e del commercio di Cgil Cisl Uil al termine della riunione al Mise della Cabina di Regia del gruppo Natuzzi spa per riaprire una fase di confronto sul futuro del più grande gruppo industriale del settore Legno - Arredo del paese. “Come segreterie nazionali di FILLEA, FILCA, FENEAL e FILCAMS, FISASCAT, UILTUCS oggi abbiamo presentato le proposte che abbiamo elaborato il 26 maggio scorso a Matera con il coordinamento RSU e con le nostre strutture regionali e territoriali di Puglia e Basilicata, passate poi al vaglio delle assemblee di tutti i lavoratori svolte nei giorni scorsi” prosegue la nota sindacale. Per i sindacati si tratta di proposte che vogliono dare soluzione alla vertenza che si è riaccesa dopo l’annuncio della Direzione aziendale negli incontri del 20 aprile a Roma, del 2 maggio a Bari e di oggi in Cabina di Regia, di 1000 esuberi strutturali con il rischio di licenziamento al termine del contratto di solidarietà di fine anno 2018. Infine, valutazione positiva dei sindacati sulle “aperture che l’azienda ha fatto negli incontri ed in Cabina di Regia” ma, concludono “verificheremo passo dopo passo le vere intenzioni del gruppo, al quale diciamo fin da subito che riterremo inaccettabile qualsiasi proposta che prevede esuberi e licenziamenti”. Prossimi appuntamenti previsti: 30...
05/05/2018
Vito Panzarella è stato riconfermato della Feneal Uil Nazionale. E’ quanto deciso al termine del XVII Congresso Nazionale della Categoria del settore delle costruzioni della UIL, conclusosi oggi, 5 maggio, a Pacengo di Lazise. Dopo tre intensi giorni di lavori e confronti in mattinata l’assise ha deliberato la Mozione Finale di indirizzo politico e organizzativo per i prossimi 4 anni e ha eletto i nuovi Organismi i quali hanno riconfermato Vito Panzarella alla guida della Federazione Nazionale. La nuove Segreteria vede inoltre l’entrata di un nuovo componente, Mauro Franzolini, accanto ai riconfermati Pierpaolo Frisenna, Fabrizio Pascucci, Francesco Sannino, Vincenzo Mudaro – Tesoriere Nazionale. Panzarella ha innanzitutto ringraziato gli oltre 300 delegati provenienti da tutta Italia che lo hanno votato all’unanimità dichiarando di voler proseguire il percorso di rilancio e riorganizzazione della Feneal nell’ottica della trasparenza e dell’efficienza sostenendo e promuovendo “la centralità degli iscritti e, più in generale, dei lavoratori enfatizzando il peso e il ruolo organizzativo dei territori e dei luoghi di lavoro quale punto di partenza di ogni iniziativa. Va dato merito - ha poi aggiunto - a tutto il gruppo dirigente della Feneal di aver contribuito in modo fattivo e convinto a questo cambio di pelle dell’Organizzazione, evidenziando la sua capacità di fare sintesi all’interno di un progetto complessivo di consolidamento e di sviluppo che deve continuare all’interno di una confederalità capace di mettere a fattor comune tutte le forze disponibili”. Panzarella ha...
Condividi contenuti