News dal territorio

Incontro tecnico finalizzato a fare il punto sui lavori di ammodernamento ed...
"Questa è un’opera fondamentale perché parliamo di sicurezza. E’ una strada...
L’edilizia a Taranto così come nel resto del paese attraversa ancora una...
Feneal-UIL - Bari
P.zza G. Garibaldi, 27
Bari, BA, 70122
Tel 080/5233822
Fax 080/5244976
bari@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Salvatore Bevilacqua
12/08/2017
"Questa è un’opera fondamentale perché parliamo di sicurezza. E’ una strada molto importante di collegamento tra Andria e Trani, una strada che purtroppo ha raccontato negli ultimi trent’anni storie di dolore per le molte, moltissime giovani vite...
Feneal-UIL - Brindisi
Corso Umberto I, 95
Brindisi, BR, 72100
Tel 0831/563371
Tel 0831/523572 - 3
Fax 0831/563371
Fax 0831/564252 brindisi@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Giovanni Librando


28/11/2016
“Persiste la disoccupazione dei lavoratori edili pur in presenza di una flebile ripresa del settore”: è quanto sostiene Giovanni Librando, segretario generale della Feneal Uil territoriale di Brindisi. “Infatti le imprese edili impegnate nel nostro...
Feneal-UIL - Foggia
Via della Repubblica, 54
Foggia, FG, 71100
Tel 0881/776976
Fax 0881/776976
foggia@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Alessandro Scarpiello


29/07/2017
"Nonostante le parole, le promesse, i proclami, ci troviamo ancora una volta a dover fare i conti con un quadro disastroso per il comparto edile di Capitanata. La recessione, il dilagare del lavoro nero, l'illegalità e la progressiva contrazione...
Feneal-UIL - Taranto
Via Dario Lupo, 48
Taranto, TA, 74100
Tel 099/7305168
Fax 099/7323662
taranto@fenealuil.it

01/08/2017
L’edilizia a Taranto così come nel resto del paese attraversa ancora una profonda crisi e pertanto il rinnovo del Contratto Integrativo Provinciale è l’occasione per mettere in atto alcuni correttivi che servono a tutelare e sostenere il comparto...
Feneal-UIL - Lecce
Via Ugo Foscolo, 4
Lecce, LE, 73100
Tel 0832/394860
Fax 0832/394860
lecce@fenealuil.it
Segretario Responsabile
Paola Esposito
27/02/2017
Incontro tecnico finalizzato a fare il punto sui lavori di ammodernamento ed adeguamento della strada statale 275 “di Santa Maria di Leuca” presso la sede dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia, alla presenza – tra gli altri – di...

News regionali

14/08/2017
Sono stati consegnati ufficialmente i locali adiacenti alla sede dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi, a San Pio, riqualificati nell’ambito del progetto del cantiere scuola. Presenti il sindaco di Bari, Antonio Decaro, insieme al presidente di Formedil Michele Matarrese, al presidente di Confindustria Bari-Bat Domenico De Bartolomeo e all’architetto Beppe Fragasso, presidente di Ance Bari-Bat, e al vicepresidente di Formedil, Giovanni Cordasco. Il progetto, frutto del protocollo d’intesa siglato da Comune di Bari, Formedil Bari, Ance Bari-Bat e organizzazioni sindacali, ha visto lo svolgersi di un percorso di formazione e apprendistato rivolto a circa 10 ragazzi di età compresa tra 16 e 29 anni, in condizioni di vulnerabilità e a rischio di esclusione sociale, che hanno scelto di parteciparvi. Conclusa la prima fase di lezioni teoriche, sono cominciate le fasi consistenti nei cantieri/scuola svolti direttamente presso la palestra e gli spazi che saranno adibiti a laboratorio e ad attività collettive in un’ala dell’ex istituto scolastico a San Pio. Attraverso questo intervento sperimentale l’amministrazione comunale ha inteso dare impulso ad un processo di formazione di nuove competenze professionali, in modo da investire anche sul fronte dell’occupazione giovanile e promuovere tra i giovani coinvolti, le loro famiglie e, più in generale, la comunità cittadina esperienze di cura dei beni comuni e di riutilizzo degli spazi pubblici in disuso. “Qualcuno tanto tempo fa disse: continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno - ha esordito Antonio Decaro...
09/08/2017
Incontro tra il sindaco metropolitano di Bari, Antonio Decaro, il ministro dei Trasporti Graziano Delrio e il presidente dell’ANAS, Gianni Armani, per verificare lo stato di attuazione dell’appalto per l’allargamento della SS 172 cosiddetta “Statale dei Trulli”. Nello specifico si tratta dei lavori di costruzione del tronco Casamassima – Putignano, per un importo di 57,5 milioni di euro di cui, 18 milioni circa sono stati già finanziati da le delibere CIPE 29/2012 (7,2 M€) e 137/2012 (11 M€). A questi fondi si potrebbe aggiungere un finanziamento a valere sul Fondo Unico Anas per 39,3 milioni di euro in modo da procedere con l’appalto dei lavori nel 2019. Il progetto preliminare è stato inviato al C.S.LL.PP. – Consiglio superiore dei lavori pubblici - a cui seguirà l’approvazione da parte del CIPE. L'opera interessa i primi 15 km della S.S. 172 e prevede l'adeguamento alla sezione C1 del D.M. 5/11/2001, per il tratto che va da Casamassima (innesto con la S.S. n.100) a Putignano. Nel progetto sono previste tre intersezioni a livelli sfalsati e una rotatoria per i collegamenti con le viabilità locali. Il sindaco dell’area metropolitana, per velocizzare le procedure, ha chiesto oggi al Ministro e al presidente di separare l’appalto per la realizzazione della strada in due lotti relativamente ai tratti che collegano i comuni di Casamassima – Turi e Turi – Putignano. “Dividendo l’opera in due lotti diversi, riusciremmo ad anticipare la realizzazione di una prima parte di lavori già nel 2018 – spiega il sindaco -. In questo modo potremmo cominciare a dare risposte a Comuni e...
05/08/2017
"I dati che danno la disoccupazione in calo sembrano più che altro, almeno in Puglia, un miraggio nel deserto, che potrebbe svanire con la fine del grande caldo. A quanto ci è dato sapere, infatti, la stragrande maggioranza dei nuovi posti di lavoro creati sono stagionali, soprattutto nei servizi dovuti all'incremento del turismo nella nostra regione. Manca quell'occupazione sana e strutturata in grado di supportare davvero la crescita e lo sviluppo del territorio". Secondo Aldo Pugliese, Segretario generale della UIL di Puglia, "la dimostrazione è data dalle oltre 40 grandi vertenze ancora in piedi in Puglia, che coinvolgono migliaia di lavoratori, senza contare settori in crisi come l'artigianato e il piccolo e medio commercio, dove le saracinesche di chiudono silenziosamente e quotidianamente". "La Regione Puglia - attacca ancora il Segretario regionale della UIL - ha il dovere di darsi una mossa, per quanto di sua competenza. Al momento neanche un euro del Patto per la Puglia è stato speso, i fondi europei in passato sono stati spesi tanto e male, visto che nessun posto di lavoro è stato creato, e oggi quei pochi spiccioli disponibili non vengono neanche messi in campo, così come i fondi di Sviluppo e Coesione non stanno dando i frutti sperati. L'unica eccezione positiva è costituita dal protocollo d'intesa della Città Metropolitana di Bari, che comunque vedrà i primi cantieri non prima dell'autunno e che, in ogni caso, da solo non basta. Bisogna fare di più a livello regionale, occorre cantierizzare in tempi brevi le opere bloccate dalle lentezze burocratiche e dalle...
01/08/2017
Una delegazione della UIL composta dal Segretario nazionale Guglielmo Loy, dal Segretario generale regionale Aldo Pugliese e da tre esperti della UIL Immigrazione di Puglia, ha visitato il Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) di Bari. “Stiamo vivendo – ha dichiarato Aldo Pugliese - un momento estremamente drammatico in cui il nostro Paese è chiamato a uno sforzo straordinario per accogliere flussi di immigrazione forse senza precedenti storici. In questo senso, i centri di accoglienza svolgono un ruolo fondamentale e non possono essere abbandonati al proprio destino. Abbiamo constatato dal vivo quel che già conoscevamo: il centro Cara di Bari, ma è una situazione generalizzata a livello Paese, è costretto ad ospitare più del doppio degli immigrati (1699) rispetto alle potenzialità della struttura (744) e grazie alla professionalità degli operatori tutto si svolge senza particolari incidenti o disagi per gli ospiti. Certo è che siamo di fronte a un’emergenza che necessita di un costante monitoraggio e di una presenza forte da parte delle istituzioni”. “Passano mesi tra l’arrivo degli immigrati e la concessione del permesso di soggiorno - ha spiegato Loy - un lungo periodo nel quale vanno messe in campo tutte le iniziative possibili al fine di porre le basi per un processo di integrazione concreto, sia culturale che occupazionale, che possa poi proseguire dopo che gli ospiti del Cara lasciano il centro. Come sindacato non possiamo restare a guardare passivamente quanto accade nel nostro territorio, ma abbiamo il dovere di fornire il nostro contributo. Il...
28/07/2017
E’ stato pubblicato il Decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali che finalmente rende operativo il sistema di prepensionamento per i lavoratori affetti da patologie asbesto - amianto correlate purché siano riconosciute dall’INAIL, ovvero quale causa di servizio. Il testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, che diamo in allegato, è stato messo a disposizione degli iscritti Uil a corollario di una nota a firma del Segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese, e del Segretario confederale Valeria Andriano. I lavoratori potranno accedere alla pensione di inabilità anche se non si trovino nell’assoluta e permanente possibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa a condizione che risultino accreditati a favore dell’assicurato almeno cinque anni di contributi nell’arco della vita lavorativa. Si tratta di una disposizione legislativa di fondamentale importanza perché permette l’immediato pensionamento dei lavoratori esposti all’amianto che, pur con le maggiorazioni contributive di cui all’art. 13 co. 7 della L. 257/92, non hanno ancora raggiunto l’età anagrafica e l’anzianità contributiva per la pensione. Il beneficio è riconosciuto a domanda, nel limite di 20 milioni di euro per l’anno 2017 e di 30 milioni annui per il 2018. Per il 2017, i lavoratori esposti ad amianto, ammalati di patologie asbesto – amianto correlate, potranno presentare la domanda all’INPS entro 60 giorni dalla pubblicazione del G.U. del decreto, e cioè il 16.09.2017, e a partire dal 2018, la domanda dovrà essere presentata entro il termine del 31 marzo di ogni anno. Nel caso in...
Condividi contenuti